PRIVATO E PUBBLICO

Sono tornata a casa. Sul mio terrazzo di fronte alle colline, da dove guardo in lontananza il Vesuvio, il vento dell’Est è passato con una furia spaventosa. Tutte le mie piante sono rotolate in terra, molti rami sono spezzati,molti vasi sono rotti. Quest’aria di devastazione mi suscita contrastanti emozioni. Sono contrariata, è ovvio, sento l’importanza che ha per me la … Continua a leggere

IL CONDOMINIO DI VIA FANELLI (TERZA E ULTIMA PARTE)

Marco suonava il flauto e Valerio la chitarra. Ogni tanto Roberto li sentiva suonare qualche brano di musica moderna, non propriamente canzonette, ma il più delle volte nel palazzetto echeggiavano note di musica classica o quelle stupende che suonava Segovia e che lui da giovane aveva amato molto. I due ragazzi avevano poco più di venti anni, venivano da due … Continua a leggere