UOMINI SOLI

Il  tizio davanti al parchimetro automatico infila la monetina nella fessura e pigia i pulsanti. Mi guardo intorno e cerco con lo sguardo il vecchio invadente parcheggiatore che non perde mai l’occasione di fermarsi a parlare quando scendo di casa. E sì perché la mia macchinetta vecchia , ma ancora efficiente io la tengo parcheggiata sotto casa, nello spazio riservato … Continua a leggere

UNA GIORNATA PER NIENTE PARTICOLARE

A guardare quel poster appeso alla parete Enzo trovava il costrasto così stridente da mettergli addosso un nervoso insopportabile. Era una giornata piovosa, fredda e piena di nebbia e l’immagine sul muro gli rimandava invece un tramonto stupendo sul mare, fotografato da lui stesso, in alto sul promontorio, dal terrazzino della vecchia casa presa in affitto in quella ormai lontana … Continua a leggere

PERCORSI

Da ragazza abitavo nel centro storico della città. Una città non tanto grande da non poter essere percorsa a piedi per tutte le sue strade principali (a me piace camminare) e con una grande periferia, o meglio,una serie di frazioni ciascuna con le sue caratteristiche peculiari. Non sono nata qui, ma ci sono arrivata da adolescente e non mi sono … Continua a leggere

UNA SCOPA IN DISUSO

                                                Oggi è l’Epifania. La mia amica Jahira mi invita a prendere la scopa e andare in giro con le mie consorelle. Lo farei volentieri, ma gli anni passano ,tra qualche giorno è il mio compleanno e se questo mi rende più che mai adatta all’interpretazione della Befana, tuttavia mi fa riflettere su una cosa…Questa vecchia va in giro da millenni ed è … Continua a leggere