PASSA IL NATALE

La casa è silenziosa. L’ultima festa se ne va in sordina, la festa minore, quella meno considerata che serve quasi solo a riprendere fiato e a rientrare nel tran-tran. La tavola è ancora ingombra di dolciumi di vario genere che, con tutta la buona volontà dei commensali, è stato difficile smaltire del tutto. Forse toccherà a me farlo, un po’ … Continua a leggere

OGGI FA FREDDO

Fa freddo, finalmente. Una stanza calda e i miei pensieri di sempre. Rifletto sull’amicizia e mi domando se davvero ha un significato questa parola della quale ci riempiamo la bocca con facilità e noncuranza. E sì, perché spesso se ne fa un uso indiscriminato e superficiale. E questo non è un bene, neanche un male però. E’ semplicemente un simbolo. … Continua a leggere

CALDARROSTE GLOBALIZZATE

Ricordo un vecchio film degli anni 50 passato su qualche canale televisivo locale, sulla vita di Giuseppe Verdi. Uno di quei polpettoni italiani romantici che tuttavia in certi momenti si lasciano vedere, forse proprio per quell’aria di antico che mostrano. In una scena del film, ridotto  alla fame, il musicista più famoso d’Italia, camminava per la strada coperta di neve … Continua a leggere

NATALE E’…

E allora…è di nuovo Natale.   Incomincia il ballo delle ovvietà e dei luoghi comuni. “Natale proprio non lo reggo, la famiglia, i parenti, il sentirsi più buoni ad ogni costo” “Bisognerebbe smetterla con questa corsa ai regali e agli sprechi, c’è gente che muore di fame in ogni parte del mondo…” “Ricordiamoci che in molte zone c’è la guerra, cerchiamo … Continua a leggere

ALL’UFFICIO POSTALE

Ci sono luoghi dai quali la bellezza sembra essere assente. La giornata è uggiosa come può esserlo quando la pioggia cade incessante e abbondante e uscire a piedi è un’impresa. L’ufficio postale è quasi sotto casa e ci arrivo in un attimo. All’entrata un mare di ombrelli poggiato in un angolo, in modo frettoloso e disordinato. Mi chiedo se riconoscerò … Continua a leggere