LE RAGAZZE DELL’EST

                         (parte seconda) E’ tranquilla Ada, senza rimorsi. Anche il suo casto impegno coniugale, vissuto sempre  nel buio della stanza, con un vago sentore di peccato, anche quello si è fatto più rado. Luigi, suo marito, ha sempre meno tempo e un peso corporeo sempre più  imponente che lo affatica. Ada non ne soffre, ma “ quelle” pieghe crescono, crescono…e … Continua a leggere

LE RAGAZZE DELL’EST

-“Mi piacerebbe capire cosa passa in quel tuo cervelletto di gallina”.- Questa è la frase più gentile che Ada si sente dire da suo marito nel corso della giornata. Dopo tutto “cervelletto”è pur sempre un vezzeggiativo e la gallina in fondo è un animale simpatico. E’ chioccia, cioè ama i figli e chi più di Ada può rappresentarla. E poi … Continua a leggere

CHIUNQUE TU SIA

E sono contenta che tu ci sia, qualunque nome tu abbia e qualunque aspetto. Tanto ti riconosco, so come sei e come parli. Non sempre so quello che pensi e quali strane ragnatele ti tengano, quali maschere, quali anfratti nascondano i tuoi pensieri e le tue verità. Ma riconosco il gioco,riconosco le atmosfere, quella sottile ostinazione che ti spinge a … Continua a leggere

RITORNI E GIOCHI D’OMBRE

Ombre. Confondono i contorni, hanno aspetti di improbabili figure, aliene, nere. Sul muro. Volute di fumo che si alzano dalla tua sigaretta. Fumi, tu. Fumi ancora a dispetto di tutto.  E le spirali leggere disegnano piccole sagome di ballerine ondeggianti, che si allungano inverosimilmente e si dissolvono. Oltre i vetri stralci di nuvole. Volti umani, animali ripiegati su se stessi,fiori … Continua a leggere

DESCRIZIONI

Lo so, lo so, sono un po’ troppo descrittiva, ma il fatto è che osservare mi piace da morire. Molto più che pensare…(scherzo, ovviamente, non vorrei mi prendeste per una superficiale). Così ora sono affascinata da questa sera che scende sopra tetti frastagliati in lontananza, sopra uno spazio aperto davanti a me, lasciando colori straordinari su questo cielo che comincia … Continua a leggere