FALSITA’

Oggi sono furiosa. Lo sono con tutti quelli che dicono una cosa e ne pensano un'altra. Lo sono con le persone che non riescono mai ad essere se stesse, sempre in cerca di un copione da recitare.Lo so che spesso sono brusca, non uso parole mielose e vado dritta al punto,ma ho la strana convinzione che essere chiari possa giovare. A me … Continua a leggere

CENA D’ESTATE

Sono stanchissima e ho sonno. Andrei volentieri a dormire, ma ho undici persone a cena. Care persone, simpatiche, ma le avrei viste volentieri domani. Cena rustica in giardino,poco impegnativa, con fettuccine al lardo e rosmarino,varietà di affettati e formaggi, anguria e melone. Si beve Aglianico del Taburno. Ci sono candele alla citronella un po' dovunque e il grande ombrellone aperto, … Continua a leggere

DUBBI

L'estate sta scivolando lentamente in tramonti più rapidi e giornate più convulse. La dolce pigrizia cui ci eravamo abituati viene ricacciata indietro dagli impegni incombenti, il tempo comincia a farsi più stretto. Il giardino però è ancora verde e raccolgo un po' di fiori bianchi dall'albero nano. Fiori di cui non conosco il nome, delicati e bellissimi come gardenie, ma … Continua a leggere

ALBA

Maria Luisa liscia con la mano il suo vestito blu, un'altra rapida occhiata allo specchio, poi si chiude la porta alle spalle.  A Stefano piace molto il blu.Il rumore dei tacchi la distoglie per un attimo dai suoi pensieri, percorre il corridoio sulle punte, non le va di svegliare gli altri. Finalmente è fuori, nella strada e rallenta il passo. … Continua a leggere

DOLCI, DELITTI E LACRIME

                                                        I miei momenti no sono spesso accompagnati, come accade a molti, da un desiderio di dolce che faccia bene al palato e al cuore,che culli il male dell'anima , facendo magari male allo stomaco e alla linea, se si esagera. E io mi accingo ad esagerare: farò frittelle  (frittelle, cioè dolci fritti…) ripiene di marmellata o nutella o solo … Continua a leggere

PENSIERI

                                                                                  Messi in filacosìsenza badare,uno triste, uno densouno perduto.Pensieri che ritornanoche vanno.                                                                                     Impossibile ormaiguidarne il passo.S'affollano alla menteper usciree per trovareun difficile senso.

MAGIE

                                            Detesto quando va via la corrente, si spegne il pc all'improvviso e tu, che non avevi salvato niente, perdi quello che avevi appena scritto. La pazienza però è il mio unico pregio e non mi lascio fermare facilmente. Così riprendo e vi parlo di questa insolita domenica da sola in casa. Una cosa che non mi capitava da almeno … Continua a leggere

NEBBIA

Di nuovo si fa lontano il bordo della via, ancora in questo vapore della mente appaiono indistinte le cose. Quei lembi di stoffa bianca non sono i miei,le mie lenzuola sono  sabbiose, pesanti come ruvida pietra.Non distinguo i volti e si confondono pure i suoni delle voci. Nella notte.Vorrei entrare in un bar e perdermi in un mare di bevande … Continua a leggere

17 AGOSTO

Da noi il 17 porta male (ogni tanto affiora la mia vena meridional-superstiziosa…) Chissà cosa scrivevo e se scrivevo il 17 agosto di un anno fa e anche di due anni fa. Forse andrò a vedere…O forse no, chi me lo fa fare. Di certo non avevo il cattivo umore che ho stamattina. Poca voglia di fare, pensieri molesti, notizie … Continua a leggere

FOTOGRAFIA

   Su per le scalesu per le scale.Lento incespica il piedetroppo vecchio.La veste nerala camicia biancae l'incedere stancodiritto tuttavia.Le mani antiche non hanno smesso maidi coltivare fioridentro il vicolo scurosui gradonidove lontano arrival'odore del mare.